Giordania on the road

Un on the road in auto attraverso la Giordania è da considerarsi come IL viaggio.

È una di quelle esperienze che vi cambierà la vita, ve lo posso assicurare.

Che vogliate affrontare un on the road in totale autonomia o che preferiate affidarvi ad una guida esperta che vi posso consigliare, e che vi porterà a scoprire i segreti del suo Paese, la Giordania saprà farsi compiacere sotto ogni aspetto e da ogni lato voi la possiate guardare.

Chi non si è mai soffermato a guardare una di quelle bellissime immagini di Petra che si trovano su internet? La Città Perduta è senza ombra di dubbio la prima cosa che viene in mente (o che viene presentata) quando si pensa alla Giordania.

La bellezza della sua antica architettura nel deserto, dei suoi silenzi anche quando affollata e delle sue costruzioni scolpite nella roccia sono aspetti unici al Mondo.

Il viaggio in Giordania sarà uno di quelli che più porterete dentro al cuore e che sarete più felici di aver fatto. Qui potrete decidere se trascorrere sette giorni – che bastano per vedere le attrazioni principali – oppure dieci o ancora quindici, perché si sa che qualche giorno in più è sempre indispensabile per scoprire meglio luoghi che in pochi giorni andrebbero sicuramente tralasciati.

Ma cosa è possibile vedere durante un tour in Giordania?

Amman

Mentre tantissime persone tendono a saltare la capitale per dedicare la maggior parte dei giorni alle altre bellezze del Paese, io consiglio di trascorrere almeno un giorno in questa città dai due volti: uno quello più conservatore con il fascino dei souk e dei ristoranti affollati e l’altro quello più moderno con ristoranti di lusso, locali in perfetto stile hipster e tanti posti dove divertirsi.

L’antico anfiteatro romano vi stupirà per la sua bellezza ad un passo dal centro (e se siete fortunati d’estate potrete assistere uno spettacolo live), la Cittadella vi regalerà una spettacolare vista a 360° su tutta Amman e nei piccoli ristoranti del centro potrete gustare l’ottima cucina giordana.

Inoltre Amman, oltre che essere il punto di partenza principale per l’inizio di un on the road, offre anche la possibilità di fare tantissime escursioni giornaliere.

Aqaba

Se volete solo concedervi qualche giorno di riposo, ad Aqaba troverete il vostro posto ideale.

È un importante crocevia del Medio Oriente, posto al confine tra Israele, Egitto ed Arabia Saudita, ed offre l’occasione di alloggiare in relax sulle coste del Mar Rosso.

E se siete appassionati di immersioni questo è il luogo perfetto.

Betania

Betania deve la sua importanza a Giovanni Battista, che qui battezzò Gesù.

Si può visitare solo con una preparatissima guida che vi racconterà la storia del sito.

Il luogo effettivo del battesimo è ben custodito e si può vedere solo da una passerella, considerando anche il fatto che ormai il fiume ha modificato il suo corso e scorre qualche metro più in là.

Il Giordano funge da confine tra Giordania ed Israele e, se non fosse per i soldati posti in entrambi i lati e le corde di divisione, con due bracciate sarebbe possibile trovarsi direttamente nello Stato opposto.

Jerash

Si trova a meno di 50km dalla capitale ed è un’antica città romana molto ben conservata e completa di anfiteatri e templi.

Anche se gran parte dell’antica città è ancora da scoprire, oggi è possibile vedere l’Arco di Adriano, costruito per celebrare la visita dell’imperatore Adriano, il Tempio di Zeus e di Artemide e il grande ippodromo.

Madaba

Madaba è conosciuta per una mappa antichissima, che ritrae la Terra Santa del VI secolo d.c.

La particolarità è che si tratta di un mosaico, ed è costruita su più di due milioni di tessere colorate.

Mar Morto

Chi non ha mai voluto provare l’emozione di galleggiare senza sforzo, magari leggendo tranquillamente un libro?

Sulla costa del Mar Morto si possono trovare ottimi resort con accesso privato alla spiaggia – con la possibilità di indossare quindi bikini senza incorrere in divieti – e con tutti i trattamenti di bellezza dedicati al corpo grazie ai famosi fanghi terapeutici della zona.

A poca distanza da qui, la Riserva Naturale del Wadi Mujib offre la possibilità di fare canyoning immersi nella bellezza dei canyon naturali del parco.

Dimenticavo: qui siamo nel punto più basso della Terra.

Monte Nebo

Il monte Nebo è un importante sito biblico perché proprio qui Mosè ha intravisto la Terra Promessa. La vista nelle giornate nitide è molto suggestiva ed oggi è possibile visitare la chiesa ricca di bellissimi mosaici ed un piccolo museo dedicato.

Petra

Una delle sette meraviglie del Mondo Moderno.

Per raggiungere Petra il primo consiglio utile è percorrere la Strada dei Re, la bellissima strada panoramica che attraversa verticalmente la Giordania, passando dall’acqua azzurra del Mar Morto alle dolci montagne del sud.

L’antica città costruita e scolpita nelle rocce dai Nabatei, l’antica popolazione araba che viveva qui, è unica al mondo.

Petra by night offre un’esperienza indimenticabile grazie alla miriade di candele che illuminano il percorso che porta al Tesoro, ed il Tesoro stesso ovviamente. Una piccola esperienza affascinante che rimane impressa nella mente.

Di giorno invece la città si accende sotto i raggi del sole vi lascerà ancora più incantati: dal Tesoro alle Tombe Reali, dal luogo del Sacrificio al bellissimo Monastero – che si raggiunge dopo aver percorso gli oltre 800 scalini – la giornata passerà senza che ne abbiate il tempo di accorgervene.

Riserva Biosfera di Dana

La Riserva Biosfera di Dana si trova a metà strada tra Amman e il Wadi Rum.

Generalmente snobbata da chi ha pochi giorni a disposizione, la riserva è conosciuta e visitata principalmente dagli amanti dell’avventura e da chi cerca un po’ di pace. Questo è uno dei luoghi in cui troverete alcuni rari animali desertici che popolano il Paese. Offre numerosi sentieri escursionistici ed in alcuni punti vi sembrerà persino di trovarvi su di un altro pianeta.

Wadi Rum

Nonostante Petra sia l’attrazione più famosa della Giordania, il Wadi Rum è una delle più affascinanti.

Si tratta di un vasto deserto roccioso a poca distanza dalla Città Perduta, con paesaggi che riportano all’immaginario comune di Marte e ricordano le storie di Lawrence d’Arabia.

I tour organizzati sono ben fatti e vi permetteranno di scoprire i punti più interessanti con tanti aneddoti curiosi, aggiungendo inoltre la possibilità di poter interagire con i beduini che vi accompagneranno durante tutta la giornata.

Altra esperienza da aggiungere alla lista è la possibilità di poter trascorrere una notte sotto le stelle, passando una serata diversa mangiando un’ottima cena cucinata sotto terra attraverso una tecnica molto particolare, e sorseggiando il buonissimo ed immancabile tè.

 

Capisco che la sicurezza potrebbe essere il motivo principale della “malfidenza” verso un viaggio simile ma, dopo aver visitato questo Paese, posso assicurarvi che la Giordania in sé è un Paese estremamente tranquillo.

Senza nulla voler nascondere dei terribili conflitti che succedono nei Paesi intorno, la Giordania è stata uno dei Paese più sicuri che io abbia mai visitato.

Il popolo giordano saprà mettervi a vostro agio con la sua estrema gentilezza e la sua voglia di farvi scoprire il lato più vero ed autentico di quel posto, che loro chiamano casa.

Dimenticate tutto ciò che vi spaventa ed ogni tipo di pregiudizio, prendete i bagagli e partite: non vi deluderà.

In una settimana trascorsa in terra giordana, nel pieno degli attentati che affliggono la nostra cara vecchia Europa, non mi sono mai sentita a disagio o in pericolo.

Troverete sempre qualcuno sorridente pronto a consigliarvi, aiutarvi e – perché no – scambiare quattro chiacchere.

Viaggiando in auto troverete tanti posti di blocco in cui vi verranno chiesti documenti e motivo del viaggio, e probabilmente la vostra destinazione, ma si concluderà sempre tutto con un sorriso ed un Welcome to Jordan che difficilmente riuscirete a dimenticare.

Contattami

Accetto le condizioni sul Trattamento dei dati personali